MILLE MIGLIA 2015: PERCORSO NUOVO, SPARISCONO I BONUS

DSC_5106Venerdì apriranno le iscrizioni alla Mille Miglia 2015. A pochi giorni dalla conferenza stampa di presentazione, la 1000 Miglia srl ha deciso di aprire le procedure di iscrizione che resteranno aperte fino a gennaio inoltrato. Entro il 20 di febbraio invece, ogni concorrente potrà sapere se la sua vettura è stata accettata dalla commissione selezionatrice.
In attesa di conoscere il percorso (prima notte a Rimini, la seconda a Roma, la terza a Parma) qualche informazione sta uscendo riguardo i coefficienti: i valori di base resteranno quelli degli ultimi anni con l’eliminazione del bonus del 10% legato alla partecipazione della macchina specifica alla Mille Miglia storica. Sul sito della corsa bresciana (dove è stato pubblicato il programma di massima), nelle informazioni generali, nessun riferimento viene fatto rispetto all’attribuzione del bonus. Un valore che, al netto delle polemiche che hanno segnato l’ultima Mille Miglia condizionandone il risultato finale, attualmente ha un’incidenza decisamente superiore rispetto a quando fu introdotto: se nel 2008 la Mille Miglia si correva su poco più di 40 prove, oggi, con le 77 prove del 2014 e le 84 del prossimo anno, il bonus avrebbe un «peso» doppio rispetto all’epoca della sua introduzione.
Come appena accennato, l’edizione 2015 della corsa avrà 84 prove di cui 76 tradizionali e 8 a media. La quota di iscrizione? 7mila euro più Iva.

Annunci

13 thoughts on “MILLE MIGLIA 2015: PERCORSO NUOVO, SPARISCONO I BONUS

  1. Praticamente la conseguenza dell’esito sportivo dell’ultima Mille Miglia è stata l’eliminazione del riconoscimento delle vetture che hanno fatto la storia della corsa. Complimenti a chi ha reso possibile tutto questo pensando solo al proprio fine che non sempre giustifica i mezzi. Che Macchiavelli mi perdoni

  2. Ricapitolando: se così fosse e salvo stravolgimenti di vetture avremmo: Mozzi 1.70, Salvinelli 1.70, Sielecki 1.70, Canè 1.70, Tonconogy 1.70, Vesco 1.65, Moceri 1.65, Gamberini 1.65, Scalise 1.65. Non sarebbe per niente male fosse così davvero……

  3. La MM di oggi è strettamente connessa con quella antica. Correttamente dunque il caro Andrea Curami nel predisporre le tavole dei coefficienti assegnò un bonus a quegli esemplari “sopravvissuti” che corsero la “corsa”. Sono queste vetture quelle che hanno fatto la storia della gara, sono circa il 10% dei partenti, hanno dunque un pe de gree che le distingue e che va riconosciuto ,come lo avrebbero certe Ferrari o Maserati o Jaguar o Aston Martin perché essendo una rievocazione “Storica”, sarebbe giusto che la “storia avesse il suo peso. Dopo che si è discusso se sia stato un errore quello di assegnare il “bonus MM” alla vettura vincitrice, invece di procedere ad indagini più tempestive ed approfondite in futuro si è pensato di sopprimere il bonus del tutto,a scanso di errori ed equivoci vari. Cioè invece di verificare come e se si sia sbagliato si è preferito sopprimere il concetto base. Mah!
    Per me cambia poco 1.30 o 1.40 pari sono e sarei comunque “fuori” dalle migliori posizioni (un elogio a Cibaldi che facendo miracoli riesce a raggiungere piazzamenti più che dignitosi) e dunque finchè sarà così la mia vettura resterà a casa, ma resta il fatto di una decisione quanto meno infelice che disconosce la storia della stessa gara. Mi rendo conto che indagini vere avrebbero messo in difficoltà anche i musei di qualche casa automobilistica, ma sono proprio certe decisioni che quando vanno prese fanno grande un evento e la sua organizzazione.

  4. Caro Giansante,
    concordo in linea di principio su motivi “storici” a cui fai riferiemento. Quelli autentici, pero’, non confondiamo.
    Mi limito solo ad osservare che se il caro Andrea Curami avesse potuto, nella edizione della MM 2014, verificare alcune auto a cui e’ stato attribuita non solo la storicita’, ma soprattutto il bonus, le stesse sarebbero finite inevitabilmente ed irrevocabilmente sotto la PRESSA.
    Ok per qualche svista o accondiscendenza di ordine sportivo ci sta, ma Curami avrebbe negato il verificato soprattutto ad alcuni bonus eccellenti.
    E’ che al suddetto, che gia’ respinse al mittente (anche piu’ di una volta) alcune vetture negli ultimi recenti anni della sua attivita’ nell’ambito della MM, ( siamo concordi nel riconoscergli una indubitabile competenza), non restera’, ahime’ per lui, che rivoltarsi nella tomba scorrendo l’ordine d’arrivo.
    Anzi gli sarebbe bastato anche solo dare un’occhiata all’ordine di partenza…Il rosso corsa di alcuni esemplari gli sarebbe entrato in un occhio come una balestra costruita negli anni 2000!!!.

  5. …dai che finalmente almeno alle premiazioni ,il prossimo anno potremmo applaudire il vincitore..

  6. Caro Cavalleri comprendo le tue ragioni ancora attuali e di certo non sopite né trascurabili. Resta il fatto che la scelta attuale castra la stessa organizzazione del rilievo che ciascuna vettura può apportare per effetto della propria storia all’interno della corsa. Non aver potuto o saputo assumere le migliori decisioni in passato finisce per costituire effettiva autopunizione ed apparire ammissione di impossibilità (spero non di incapacità) nel distinguere così ledendo la stessa immagine dell’evento.

  7. Mauro, forse l’organizzazione della MM non ha saputo adottare le migliori decisioni in passato, come dici tu, Credo ora abbiano adottato inconsciamente un piccolo principio di autodifesa.
    Comunque il tema coefficienti merita qualche ulteriore considerazione.
    Secondo me le auto che hanno effettivamente partecipato alla MM storica meritano solamente un riconoscimento di prestigio, di eccellenza, di merito, ma nell’ambito di una gara di regolarita’ non ha senso attribuire loro alcun bonus.
    Mi spiego. Se il cardine dell’attribuzione dei coefficienti nelle gare di regolarita’ in cui gareggiamo per tutto l’anno e’ costituito dall’ anno di costruzione, (in relazione a difficoltà di guida, di frenata, di velocità, varie scomodità ) pare conseguenziale una considerazione.
    Che diversita’ ci può’ essere tra condurre in gara due Lancia o due Aston Martin di pari modello? Con evidenti pari difficoltà di guida ( se entrambi autentiche, ovvio ). Differenze solo per il fatto che una delle stesse abbia partecipato alla MM? Ognuno di noi lo può affermare: DIFFERENZA UGUALE A ZERO.
    Quindi perché una competizione, l’unica, credo, nel panorama italiano che attribuisce punteggi in relazione al coefficiente, dovrebbe favorire tra due stessi esemplari di auto, una delle due, attraverso il bonus, solo perché ha partecipato alla MM??
    La Mille Miglia non è’ un concorso d’eleganza o un premio alla storicità’ delle auto, ma è concepita è come gara di regolarita’ (anche se ormai, se non cambieranno i C.O. rimarrà principalmente una gara di velocità nel traffico, molto pericolosa) e come tale va trattata e regolamentata.
    Soprattutto con i criteri adottati dal povero, severo ma indiscutibile Curami eh?!?

  8. Può anche essere giusto non riconoscere un bonus alle auto che hanno fatto la vera MM ma allora andrebbe rivisto completamente il sistema dei coefficienti, che sono attribuiti non solo in base al periodo ma anche alla classe e alla categoria riferita alla vera MM. Questo porta ad avere coefficienti diversi per auto che hanno le medesime difficoltà di guida. Perciò non c’è solo il bonus che favorisce un’auto rispetto ad un’altra. Che difficoltà di guida maggiori ha un’Aprilia del 39, coeff. 1,5, rispetto ad una Aprilia aerodinamica dello stesso periodo 1,6, o ad una Aprilia del 47, 1,3?

  9. Hai ragione Giansante. Intendo peraltro chiudere questa disquisizione affermando con assoluta convinzione che il sistema dei coefficienti adottato nelle recenti edizioni della MM (ripeto unico esempio al mondo) mi appare cervellotico, iniquo e francamente inspiegabile.
    Ma Benedetto Iddio, che ci vuole ad adottare il semplice sistema che prende in considerazione solamente l’anno di costruzione della vettura, il famoso 1 x anno (senza i famosi punteggi). Non sarà perfettissimo, ma guarda caso è quello adottato nella quasi totalità’ delle gare di regolarita’ al mondo, Argentina compresa.
    Una radicale riforma invece va attuata nel calcolo e nella regolamentazione dei controlli orari!!
    Demenziali, non esito a dirlo, quelli dell’ultima edizione, tali da obbligare i concorrenti che volevano partecipare alla gara, a correre rischi indicibili e non più accettabili (almeno da me).
    Se invece si vuol considerare la MM come una gita sulle strade d’Italia ammirando i paesaggi bevendo ogni tanto un caffettino o facendo una merendina, tutto può andare bene.
    Ma allora eliminiamo la competizione. E non si aspetti che al primo grave incidente siano le autorità pubbliche a fermare per sempre questa gloriosa manifestazione.

  10. E che dire ad esempio della mia ERmini, 1a costruzione, ex scuderia Milan unica barchetta di Bertone con cui corse Nuvolari nel ’46 ma con coefficiente attribuito all’anno ’52 perché in quell’anno corse la MM che ha un coefficienti inferiore a quello di una Autin Healey del 53?
    I coefficienti conseguono a scelte ed opzioni del nostro cervello e non hanno nulla né di matematico né di storico, la storia, quella vera è altra roba che dà prestigio e valore all’oggetto e lo distingue dai comuni “mortali”, e che dunque merita adeguato “riconoscimento”,M.Galavotti ha perfettamente ragione. ABBASSO I COEFFICIENTI, TUTTIIIII !!!!!!!!

  11. Fra le due posizioni in discussione sono convinto che la più corretta sia quella ufficiale dell’organizzazione MM compresa quest’ultima modifica giustamente introdotta, la ragione che sostengo è’ che ognuno di noi deve accettare le regole della gara sopratutto per non falsare tutti i risultati e le classifiche del passato. Ad ognuno di noi poi spetta la decisione se parteciparvi o meno .
    Compresi i CO tirati !!! Capisco la difficoltà’ , io lo scorso anno sono stato a casa uno dei motivi era la difficoltà e resistenza fisica ma quest’anno mi iscriverò sicuramente

  12. Per Maurizio……. ai grandi nomi che hai citato sarebbero da aggiungere: Margiotta 1.7, Fortin 1.65!
    Davvero niente male!

Lascia il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...